Conserve sicure senza botulino


Conserve sicure senza botulino


Conserve sicure, quelle casalinghe possono sviluppare microrganismi pericolosi. Ecco quali sono i rischi e come fare per evitarli

Le conserve sicure fatte in casa come una volta, racchiudono aromi e sapori irresistibili. Ma possono anche nascondere pericolose insidie, prima fra tutte il terribile botulino, un batterio responsabile di gravi tossinfezioni che può anche svilupparsi senza modificare le normali caratteristiche del prodotto. Secondo i dati, il 90% dei casi di botulismo alimentare nel mondo è legato al consumo di conserve fatte in casa.

Tossina pericolosa: Perché è così importante evitare di incorrere nel botulismo? Si tratta di un’intossicazione alimentare dovuta a una neurotossina altamente tossica, prodotta dal batterio Clostridium botulinum. I sintomi, inizialmente gastro-enterici, nei casi gravi possono arrivare fino alla paralisi muscolare e all’insufficienza respiratoria. Gli alimenti a rischio sono quelli conservati sotto vuoto o sott’olio perché il batterio è anaerobio, ovvero in grado di svilupparsi solo in assenza di ossigeno. Nella maggior parte dei casi di botulismo sono implicate conserve vegetali domestiche, anche se non mancano i casi attribuiti a prodotti industriali.

Acidificare le verdure: Detto questo avremo delle conserve sicure solo mettendo in atto alcune precauzioni, possiamo preparare dell ottime e sicure  conserve preparate con le nostre mani, basta adottare ingredienti quali l’aceto, il sale e lo zucchero, queste sostanze prevengono la crescita del botulino. Voglio quindi ricordare, qualora si decida di preparare conserve a base di verdure, di acidificarle utilizzando questi componenti essenziali per la vostra sicurezza. Detto questo,uno dei principali consigli per creare delle conserve a base di verdure sono: lavare per bene tutte le verdure, bollite per pochi minuti in acqua e aceto, in caso è possibile sostituire l’aceto con del vino o succo di limone. Stessa cosa andrebbe fatta per le spezie che spesso si utilizzano per insaporire gli oli e le verdure stesse. A differenza di tante verdure, i pomodori non necessitano di bollitura, in quanto già possiedono la loro acidità.

Sale o zucchero: I rischi inferiori si ottengono con conserve in salamoia o le classiche confetture dolci, questo perché  il sale e lo zucchero fungono da conservanti. Ricordiamoci che un ingrediente, più è privo di acqua e più difficile sarà per il batterio riprodursi, ecco perché utilizzando il sale e lo zucchero si crea un ambiente sfavorevole alla produzione del botulino,proprio perché sia il sale che lo zucchero tendono a ridurre la quantità di acqua negli alimenti.

Sterilizzare i vasetti: Il calore è un principio importante che influenza il sorgere del botulino, ecco perché è obbligatorio sia prima che dopo aver introdotto le conserve, i vasetti devono essere sempre sterilizzati. Un consiglio qualora si hanno dei dubbi sulla genuinità delle conserve, prima del loro consumo, si possono portare le conserve alla temperatura di 80 °C per circa 10 minuti oppure farle bollire per qualche minuto, questo perché le spore del botulino, vengono eliminate solo a 120 °C.

Muffe e gonfiori: Altro fattore importante per avere delle conserve sicure è seguire questo consiglio, una volta conclusa la loro preparazione, i vasetti vanno etichettati con la data di confezionamento e conservati in un luogo buio e fresco, meglio evitare la cucina perché ambiente troppo caldo. Alcune delle conserve preparate in casa,necessitano di una fase di riposo di qualche settimana prima del loro consumo. Ricordatevi che una volta aperte, queste vanno tassativamente conservate in frigorifero e consumate entro due settimane. Vanno inoltre controllati bene i tappi dei vasetti dove non si devono vedere rigonfiamenti (indice che nei vasetti si è formato del gas) e che il prodotto in esso contenuti, non abbiano mutato l’aspetto quale il colore e il gusto (presenze di muffe), in caso dovessero insorgere è obbligatorio buttare via la conserva.

Tecnica per sterilizzare a regola d’arte: Disponete vasetti e coperchi in una pentola di acqua fredda e fate bollire per 10 minuti. Scolateli e metteteli ad asciugare in forno caldo ma spento per qualche minuto. Quindi riempiteli con le vostre conserve, chiudeteli e poneteli in una pentola foderata con un telo, separandoli con altri teli perché non si tocchino. Riempite le pentole d’acqua, fino a superare i tappi di 2-3 centimetri, e fate bollire per 20 minuti. Lasciate raffreddare e controllate che i coperchi si siano abbassati: significa che si è creato il sottovuoto e quindi abbiamo ottenuto nel nostre conserve sicure.

 

Pubblicato da

COMMENTI

COMMENTA Conserve sicure senza botulino

Ricette Gustose

Ricette simili a Conserve sicure senza botulino


Iscriviti per Ricevere le Ricette via Email